Multi boot Ubuntu e Windows Seven/Vista

 

linuxEnnesimo post per smanettoni. Questa volta si parla di boot loader nei PC ovvero i programmi installati nell’MBR che caricano i Sistemi Operativi.

//
//

Per chi non lo sapesse: cosa sono i boot loader

L’installazione di un sistema operativo comporta l’installazione di un boot loader, che in genere aggiunge alle scelte iniziali i sistemi operativi precedenti. Closì se installate Windows poi ubuntu, o xp e poi Windows Seven vi trovate (problemi a parte) un bootloader che vi fa scegliere quale avviare.

Alcuni problemi

Può succedere che il boot loader non rilevi correttamente un sistema operativo, o una installazione/ripristino di un sistema operativo sovrascriva l’MBR e perdiate i dati d’avvio di un sistema operativo.

Personalmente mi è capitato che il ridimensionamento della prima partizione mi abbia compromesso il boot loader di Windows Seven, problema risolto con il relativo dvd in modalità ripristino . Quest’ultimo ha però riscritto il boot loader cancellando quello di grub (boot loader di ubuntu, installato per ultimo). Conoscendo Microsoft era quasi ovvio che non considerasse neanche l’eventualità di una presenza del concorrente s.o. open source.
//
//
Procedura per reinstallare il boot loader GRUB in linux ubuntu 8

  1. avviare il cd live di ubuntu (lo stesso usato per l’installazione)
  2. aprire la console (terminal) e avviare grub
    sudo grub
    vi si avvia la console di grub in cui digitate i comandi
  3. cercare la partizione di avvio con
    find /boot/grub/stage1
    ceh vi risponderà ad esempio con (hd0,6 ), cioè linux si trova nella sesta partizione del primo disco
  4. installare il boot loader con
    root (hd0,6)
  5. scrivere l’mbr con
    setup (hd0)
  6. chiudere con
    quit 
  7. riavviare tutto

Se non ci sono errori grub verrà installato nell’MBR e rileverà correttamente ogni altro sistema operativo installato (anche quelli MS !!).
//
//
Programmino utile con interfaccia grafica per modificare  le voci

Se riuscite ad avviare Vista o W7, potete usare anche il gratuito  easyBCD, che permette di modificare la lista dei sistemi operativi installati con un’interfaccia grafica intuitiva. La versione corrente 1.7 riconosce senza problemi i so microsoft installati, per linux prevede l’uso di neogrub che però non mi ha rilevato ubuntu esistente di cui sopra.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *